Piante contro le zanzare

 

ln Europa le zanzare sono conosciute come insetti fastidiosi che, negli ultimi tempi, stanno evolvendo come portatori di alcuni organismi patogeni. Con la crescita del commercio e degli scambi mondiali, infatti, si è assistito alla diffusione di nuove specie di zanzare, in particolare la zanzara tigre asiatica, capace di resistere in condizioni più estreme e portatrice di malattie. Proprio per tale motivo, sempre più persone desiderano imparare metodi per eliminare il problema delle zanzare ed evitare fastidiose infestazioni. Si sa che il ciclo biologico e riproduttivo di tali insetti è strettamente legato alla presenza di acqua: le zanzare, infatti, depositano le proprie uova in bacini di acqua ferma. Il cambiamento climatico che ha causato temperature più elevate e un maggior tasso di umidità, combinato con il calo dei predatori naturali di zanzare (anfibi, pipistrelli, piccoli rettili e pesci) ha fatto si che la popolazione di questi insetti sia largamente cresciuta negli ultimi tempi. Pertanto, diventa importante sapere in che modo combattere le zanzare non solo attraverso disinfestazioni di massa ma adottando anche strategie più comuni e semplici: è noto, infatti, che esistono piante contro le zanzare, capaci di emanare odori fastidiosi per tali insetti. Ma quali sono, quindi, le principali piante antizanzare facili da mantenere e coltivare?

La citronella

Se preferite ricorrere a situazioni più green e sane per combattere l'invasione di questi insetti, potrebbe essere utile la coltivazione di alcune piante contro le zanzare assai comuni. Si sa, infatti, che molti dei repellenti e degli insetticidi chimici presenti in commercio contengono sostanze potenzialmente nocive e dannose per la nostra salute, quali i DEE T. Dunque, per cercare di evitare il più possibile componenti che potrebbero danneggiare il nostro organismo, il consiglio è quello di reperire alcune delle piante che suggeriremo per combattere le zanzare. Una fra le piante contro le zanzare più comuni in assoluto è la citronella, conosciuta con il nome scientifico di Cymbopogon nardus. Si tratta di una pianta erbacea perenne che proviene dall'Asia del Sud ed è largamente utilizzata anche nei comuni repellenti antizanzare. Essa infatti presenta un odore caratteristico molto forte, capace di annullare quelli attrattivi prodotti dalla nostra pelle in modo tale che le zanzare facciano più fatica ad individuare il corpo umano. Sebbene si possano acquistare anche candele o oli profumati, la soluzione migliore come repellente antizanzare è rappresentata dalla pianta stessa, in quanto presenta un odore molto più forte. Se decidete di utilizzarla, il consiglio è di piantarla insieme a fiori o piccoli arbusti in modo tale che venga riparata durante la stagione invernale. Potrete acquistarla in qualsiasi vivaio, prestando attenzione al fatto che il vero nome sia Cymbopogon Nardus o Cymbopogon Winterianus in quanto solo queste sono le vere piante di citronella.

La monarda

Tra le piante contro le zanzare più efficaci vale la pena ricordare la monarda: anch'essa è una pianta perenne, appartiene alla famiglia delle Lamiaceae ed è originaria del Nord America. Molto facile da coltivare, riesce infatti ad adattarsi molto bene a qualsiasi clima ed ambiente e ha proprietà repellenti molto simili a quelle possedute dalla citronella. L'intenso odore emanato, che ricorda quello dell'incenso, riesce a confondere le zanzare. Se volete coltivare questa pianta, il consiglio è di collocarla in luoghi ben assolati e non preoccuparsi troppo dell'irrigazione. Inoltre, se volete, potrete raccogliere le sue foglie che, una volta essiccate, danno un infuso ottimo, al gusto simile del bergamotto.

La calendula

Tra le piante contro le zanzare utilizzate anche come ornamento, va ricordata la calendula: il piretro, un composto contenuto all'interno della pianta, ha un odore molto intenso e le zanzare non lo gradiscono affatto e, per tale motivo, dunque, è spesso inserito nei repellenti anti-insetti. Se desiderate piantare queste piante antizanzare dovete ricordare che amano un'esposizione al sole con terra fertile. L'ideale sarebbe piantarle nel proprio orto, se ne possedete uno, in quanto la calendula è capace di proteggere i pomodori ed altre piante dai loro parassiti.

L'agerato

La cumarina, presente all'interno della pianta dell'agerato, ha un effetto repellente molto elevato nei confronti delle zanzare. Queste piante contro le zanzare sono facilmente identificabili per via dei fiori azzurri che la colorano. Necessitano di essere esposte al sole per almeno 5 ore al giorno e il terreno nel quale sono piantate non deve essere necessariamente molto fertile. Se volete aumentare l'efficacia repellente si consiglia di schiacciare le foglie ma di non usarle mai direttamente sulla pelle.

L'erba gatta

L'erba gatta è una fra le piante contro le zanzare con effetti ben più potenti dei DEE T. Molto semplice da coltivare, senza bisogno di particolari attenzioni, può essere usata direttamente sulla pelle. ln caso aveste un gatto, ricordatevi che sicuramente vi mangerà alcune foglie di questa pianta.