permetrina

 Permetrina: natura chimica della molecola

La permetrina è un composto che appartiene alla famiglia dei piretroidi, ossia molecole sintetiche molto simili al piretro naturale estratto dal Tanacetum cinerariifolium (un grosso margheritone con il capolino di colore giallo). Oltre ad atomi di carbonio, ossigeno e idrogeno, la struttura molecolare della permetrina possiede il gruppo funzionale diclorovenile con due atomi di cloro.

Funzione principale e modalità di azione della permetrina

La permetrina, in particolare la permetrina spray, è impiegata come potente insetticida, poiché è in grado di agire come neurotossina, bloccando il sistema di trasmissione degli impulsi nervosi tra i neuroni. In pratica, gli insetti investiti dalla permetrina spray perdono rapidamente la capacità di compiere qualsiasi movimento. Tale azione insetticida della permetrina non provoca alcun effetto sugli organismi superiori in possesso di un proprio patrimonio enzimatico capace di degradare rapidamente la molecola. Esistono pero alcune eccezioni come, ad esempio, il gatto: questo felino infatti non possiede nelle proprie cellule gli enzimi necessari per neutralizzare la permetrina e, se respira anche per poco tempo la permetrina spray, può soccombere rapidamente.

 

Insetticidi a base di Permetrina

La permetrina in agricoltura

In virtù della elevata maneggiabilità della permetrina spray nonché della sue elevata efficacia contro diverse categorie di parassiti vegetali, il principio attivo della permetrina è largamente impiegato anche in agricoltura nella difesa fitosanitaria delle colture estensive. In particolare, la permetrina è utilizzata per le disinfestazioni su cotone, frumento, mais ed erba medica. In particolare per il mais, questo composto insetticida ha dato i migliori risultati proprio contro uno dei più importanti parassiti di questa coltura a livello mondiale: la piralide.

La permetrina e le api

Purtroppo, il largo spettro d'azione della permetrina include anche diverse specie di insetti utili come le api. Per questa ragione è opportuno effettuare i trattamenti adottando tutti gli accorgimenti tecnici possibili per evitare di contaminare anche questi importanti insetti. Ad esempio, programmando le somministrazioni di permetrina spray nei momenti della giornata in cui non si prevedono i voli delle api.

La permetrina negli allevamenti

Oltre al settore delle produzioni vegetali, la permetrina è impiegata in ambito zootecnico per disinfestare in particolare gli allevamenti avicoli dai relativi parassiti (acari, pidocchi, ecc.). Come precedentemente spiegato, l'uso di questo piretroide è considerato sicuro per gli animali superiori, poiché la maggioranza di loro è in grado di neutralizzare l'azione neurotossica di questa molecola.

La permetrina per l'uomo e la casa

La permetrina è utilizzata anche contro i parassiti dell'uomo quali, ad esempio, gli organismi che provocano la scabbia, zecche e i pidocchi. In ambito domestico, la permetrina spray è largamente impiegata per effettuare regolari disinfestazioni contro scarafaggi, termiti, tarli e formiche. Ovviamente, dette applicazioni sono parimenti efficaci anche negli stabilimenti industriali.

La permetrina per gli animali domestici

Grazie al potente effetto disinfestante contro zecche, pidocchi, ma anche zanzare e pappataci, responsabili della trasmissione della leishmaniosi, la permetrina può essere utilizzata con successo per eliminare i parassiti del cane. Come detto precedentemente, però, per il gatto è assolutamente da evitare l'impiego di questo principio attivo, poiché si correrebbe il rischio di avvelenare gravemente l'animale.

In commercio esistono numerosi formulati a base di permetrina (come la stessa permetrina spray), molti dei quali hanno un effetto temporaneo sugli animali domestici a causa della limitata persistenza del prodotto. Per questa ragione, gran parte dei disinfestanti a base di permetrina per animali, acquistabili presso i rivenditori specializzati, prevedono all'interno delle indicazioni posologiche di effettuare vari trattamenti ripetuti nel tempo.