Consigli su come eliminare le mosche

 

Durante la bella stagione è molto frequente assistere ad un'invasione di mosche in casa. Basta aprire le finestre anche per pochi istanti per ritrovarsi questi fastidiosi ospiti svolazzare in giro, posandosi su tutto ciò che incontrano.
Le mosche sono attratte dall'umidità, dalla sporcizia e dai cibi in decomposizione e veicolano batteri indesiderati. A causa della loro elevata capacità riproduttiva, combatterle non è facile. Per impedire il loro ingresso nelle abitazioni ci si può dotare di semplici zanzariere da apporre a porte e finestre; a scopo preventivo, bisogna pulire bene la cucina, disinfettando tutte le superfici con l'aceto e lavando con frequenza gli strofinacci. È essenziale eliminare ogni residuo di cibo e avere cura di coprire gli alimenti che non vanno in frigorifero, oltre che tenere i bidoni dell'immondizia puliti, accertandosi che siano coperti.
Prima di passare ai rimedi chimici, più immediati ed efficaci ma anche più tossici, si può provare ad arginare il problema in modo naturale. Scopriamo allora come eliminare le mosche definitivamente dalla nostra casa.

Come eliminare le mosche con rimedi naturali

I rimedi naturali su come eliminare le mosche sono molteplici e tra i più utilizzati, vediamo nel dettaglio alcuni esempi:
- Trappole naturali: per realizzare una trappola naturale per mosche, bisogna riempire un barattolo di vetro con aceto di mele       mischiato a un quarto di sapone liquido; chiudere il barattolo con la pellicola trasparente e bucherellarla con una forchetta.         L'aceto attirerà le mosche, mentre il sapone diminuirà la tensione dell'aceto in superficie, facendole rimanere intrappolate.
- Srisce moschicide: far sciogliere in un pentolino antiaderente 5 parti di zucchero e 2 di miele; pennellare il caramello intiepidito   su delle strisce di cartoncino e appendere la carta moschicida in vari punti della casa con dello spago.
- Chiodi di garofano: le mosche non amano l'odore dei chiodi di garofano, di conseguenza, per tenerle alla larga, basta inserirli     in una mela o negli spicchi di un limone, posizionando la trappola in punti strategici. Anche l'odore del pepe nero non è gradito   da questi insetti; in questo caso, si consiglia di posizionare la spezia sui davanzali in modo da impedire l'ingresso delle mosche     in casa.
- Spray aceto e menta: lasciare a macerare un mazzo di foglie di menta in un barattolo contenente aceto per 7-10 giorni; dopo     aver filtrato la miscela, diluirla con acqua e nebulizzarla per la casa.
- Piante aromatiche: alcune piante aromatiche agiscono da deterrente per le mosche e possono essere pertanto usate a scopo   preventivo; tra di esse vi sono, ad esempio, il basilico e l'eucalipto.
- Piretro: il piretro è un insetticida naturale acquistabile in spray o in polvere; ha un bassa tossicità ma va comunque usato con     cautela.

Come eliminare le mosche con prodotti chimici

La lotta chimica alle mosche si avvale dell'uso di prodotti basati su diversi principi attivi che combattono gli insetti sia allo stato adulto che larvale.
Tra le principali sostanze attive usate su come eliminare le mosche in casa troviamo l'azamethiphos, dotato di una prolungata azione residuale e di un veloce effetto abbattente, la cipermetrina, un piretroide ad azione residuale, e la ciromazina, un efficace larvicida (IGR) che agisce selettivamente dallo stato larvale a quello pre-pupa.
Gli insetticidi anti-mosche possono presentarsi sotto forma liquida, di esca, granulare, in polvere, spray, ecc. Quando si acquistano dei prodotti contro le mosche, bisogna sempre leggere con attenzione l'etichetta per informarsi sul principio attivo su cui si basa e per capire come utilizzare correttamente il prodotto.
Infine, un altro efficace rimedio contro le mosche è costituito dalle trappole luminose a raggi UV. Si tratta di lampade che attirano gli insetti emettendo una luce dotata di particolari lunghezze d'onda.